Il Dual use. Ovvero l’impiego delle Forze Armate in ambito militare e civile.

30 settembre 2018
By
Intervento nel crollo del ponte Morandi a Genova

Intervento nel crollo del ponte Morandi a Genova

I compiti assegnati alle Forze Armate discendono dalla costituzione:

  • 11 (L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo);
  • 52(La difesa della Patria è sacro dovere del cittadino. Il servizio militare è obbligatorio nei limiti e modi stabiliti dalla legge. Il suo adempimento non pregiudica la posizione di lavoro del cittadino, né l’esercizio dei diritti politici. L’ordinamento delle Forze armate si informa allo spirito democratico della Repubblica).

La legislazione ordinaria organizza poi nel particolare quale deve essere l’organizzazione delle Forze Armate per l’attuazione del dettato costituzionale e il “Libro Bianco” della Difesa ne definisce gli obiettivi/missioni da perseguire dall’analisi degli scenari internazionali e dalle minacce per l’Italia e la conseguente organizzazione:

Prima Missione: la Difesa dello Stato. Consiste nella Difesa dello Stato contro ogni possibile aggressione, al fine di salvaguardare:

FF AA  impegnate nel terremoto centro italia

FF AA impegnate nel terremoto centro italia

  • l’integrità del territorio nazionale;
  • gli interessi vitali del Paese;
  • la sicurezza delle aree di sovranità nazionale e dei connazionali all’estero;
  • la sicurezza e l’integrità delle vie di comunicazione di accesso al Paese.

Seconda Missione: La Difesa degli spazi euro-atlantici ed euro-mediterranei. Consiste nel contributo alla difesa collettiva dell’Alleanza atlantica e nel mantenimento della stabilità nelle aree incidenti sul mare Mediterraneo, al fine della tutela degli interessi vitali del Paese.

Terza Missione: contributo alla realizzazione della pace e della sicurezza internazionali. Consiste nella partecipazione, nell’ambito della gestione delle crisi internazionali, ad operazioni di prevenzione e gestione delle crisi al di fuori delle aree di prioritario intervento, al fine di garantire la pace, la sicurezza, la stabilità e la legalità internazionale, nonché l’affermazione dei diritti fondamentali dell’uomo, nello spirito della Carta delle Nazioni Unite.

Intervento dell'aviazione dell'esercito in un incendio

Intervento dell’aviazione dell’esercito in un incendio

Quarta Missione: concorsi e compiti specifici. Consiste nel concorso alla salvaguardia delle libere istituzioni e nello svolgimento di compiti specifici in circostanze di pubblica calamità ed in altri casi di straordinaria necessità ed urgenza.

Pur rimanendo la Difesa dello Stato compito primario delle Forze Armate il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta, in una recente intervista ha evidenziato “alcune delle nuove sfide alla sicurezza intesa in senso globale potranno avere risvolti “civili”. … “Tali attività andranno ad integrarsi sinergicamente nei dispositivi a guida di altri Ministeri, come avviene in una notevole quantità di casi”. Pertanto, “l’uso duale delle capacità della Difesa consente progressi sulla via della nazionalizzazione tanto dei mezzi quanto delle procedure, un aspetto con importanti risvolti economici”.

 

Operazione strade sicure

Operazione strade sicure

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dieci anni

Archivio