RENDIAMO ONORE AL MARESCIALLO MAGGIORE VINCENZO DI GENNARO ED AL COLLEGA PASQUALE CASERTANO.

15 aprile 2019
By
Maresciallo Maggiore Vincenzo Di Gennaro.

Maresciallo Maggiore Vincenzo Di Gennaro.

Rendiamo onore al Maresciallo Maggiore Vincenzo Di Gennaro barbaramente ucciso solo perché indossava una divisa ed al collega ferito Pasquale Casertano. Un omicidio senza logica commesso da un pregiudicato fuori di testa sottoposto a controlli per la sua condotta illegale.

Il Maresciallo Di Gennaro e il suo autista Pasquale Casertano erano fermi nell’auto di servizio quando il pregiudicato Giuseppe Papantuono dopo aver richiamato la loro attenzione ha aperto il fuoco scaricando l’intero caricatore della pistola che deteneva illegalmente.

Pasquale Casertano benché ferito nell’agguato ha prontamente avviato l’auto per raggiungere il posto di medicazione più vicino per le cure al maresciallo. Fortunatamente non è in pericolo di vita.

Vincenzo è un’altra vittima tra i rappresentanti dello Stato che ottemperano al giuramento prestato a favore della sicurezza dei cittadini” ha dichiarato il comandante dell’Arma Generale Giovanni Nistri.

Il pregiudicato era stato fermato nei giorni scorsi per accertamenti e rilasciato per reati di minore entità che non ne prevedevano l’arresto, ma aveva promesso vendetta. La tracotanza di chi delinque si è spinta fino a dover minacciare i rappresentanti dello Stato con metodi mafiosi.

Il procuratore di Foggia Ludovico Vaccaro ha dichiarato “il gesto del soggetto non si inserisce in una logica di criminalità organizzata ma si tratta di un gesto sconsiderato di una persona”. Molto bene, ma speriamo che nel processo non vengano fuori circostanze attenuanti, grazie ad una legislazione troppo garantista, e la condanna sia di monito per altri pregiudicati. Diversamente la giustizia non funziona.

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dieci anni

Archivio