LIBRI. “Extensive Network Organizational Model”: la sicurezza nel Nuovo Ordine Mondiale.

6 gennaio 2020
By

41vajuA1p8L._SX351_BO1,204,203,200_[1]

Il libro di Danilo Ciampini, ufficiale dell’Arma dei carabinieri, esplora la complessa tematica relativa alla stabilità internazionale e va alla ricerca delle capacità operative da applicare nella politica di stabilità a seguito dei rapidi cambiamenti in atto.

Il testo, in inglese, intitolato “Extensive Network Organizational Model” si apre con la prefazione del Prof. Micheal Dziedzic, uno dei maggiori esperti a livello internazionale nel settore dello Stability Policing, ed affronta la problematica della crescente richiesta a livello internazionale dello sviluppo di nuove capacità operative da applicare nel settore dello Stability Policing.

Il testo si apre con una puntuale analisi storica focalizzata sui principali focolai di crisi avutisi a livello internazionale negli ultimi venti anni, andando ad individuare negli stessi i nuovi tipi di minaccia alla pace ed alla stabilità.

Partendo da questa analisi l’autore individua nelle forze di Gendarmeria “Gendarmerie like forces” ed in particolare nell’Arma dei Carabinieri, gli assetti che, per caratteristiche proprie e bagaglio di esperienze operative, possono costituire la base di nuove procedure in grado di affrontare con maggiore successo le eterogenee minacce alla stabilità.

I concetti di “pensiero aperto” e di “Modello Carabiniere” uniti a specifiche procedure operative creano un formidabile ed originale modello organizzativo capace di arginare e contrastare efficacemente le nuove minacce che hanno caratterizzano gli ultimi anni.

I punti chiave descritti vengono infine trasformati in pratica attraverso specifiche modalità di applicazione, creando così di fatto un concreto ed applicabile modello per le for Stability Operations.

NOTA SU PREFAZIONE DEL PROF. MICHAEL DZIEDZIC

Nato a Colfax, il 04/05/1949.

Prof. Michael DZIEDZIC

Prof. Michael DZIEDZIC

Michael Dziedzic è un Colonnello in pensione dello U.S. Air Force con oltre 20 anni di esperienza nelle Peace Operations e nel settore della operazioni di stabilizzazione, temi che ha affrontato sia teoricamente che praticamente.

La sua formazione include incarichi presso lo Air Force Academy, il National War College, la Georgetown University e la George Mason University come Senior Fellow/Program Officer nonché presso l’International Institute for Strategic Studies, l’Institute for National Strategic Studie e l’US Institute of Peace.

Le sue esperienze includono attività sul campo in El Salvador, Bosnia, Kosovo e Afghanistan.

Lo stesso, nei suoi scritti, ha affrontato l’approccio degli U.S. alle Stability Operations. In particolare in “Policing the New World Disorder” ha identificato un ricorrente “public security gap” nelle operazioni internazionali. Aspetto quest’ultimo che ha portato alla creazione del Center of Excellence for Stability Police Units (COESPU) in Vicenza presso la Caserma dell’Arma dei Carabinieri “A. Chinotto”.

In “Quest for Viable Peace” ha formulato il concetto di “conflict transformation” recepito dallo US Army Field Manual 3-07 relativo alle Stability Operations.

Nelle sue due ultime pubblicazioni “Criminalized Power Structures: The Overlooked Enemies of Peace” e “Combating Criminalized Power Structures: A Toolkit” ha fornito elementi sulle Criminalized Power Structures , quali elementi di contrasto alle Stability Operations.

Tags: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dieci anni

Archivio