UNAVFORMED SOPHIA: Mogherini e il Comitato Politico e di Sicurezza dell’UE in visita al Comando della Missione.

9 luglio 2018
By

mediterraneo_logointernoL’operazione UNAVFORMED (European Union Naval Force – Mediterranean) operazione SOPHIA, nata con il compito di gestione militare della crisi umanitaria nel Mediterraneo, contribuisce a smantellare il modello di business delle reti del traffico e della tratta di esseri umani nel Mediterraneo centro meridionale, realizzata adottando misure sistematiche per individuare, fermare e mettere fuori uso imbarcazioni e mezzi usati o sospettati di essere usati dagli schiavisti o dai trafficanti in conformità del diritto internazionale applicabili incluse lo United Nations Convention Of The Law Of The Sea e le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza del Consiglio delle Nazioni Unite.

UNAVFORMED si avvale del contributo di 26 stati ed opera con 6 unità navali e 6 assetti aerei. Comandante dell’operazione ammiraglio Enrico Credentino.

Nel contesto dell’operazione l’Italia attualmente fornisce l’Operational Headquarters (OHQ), il Comando operativo dell’operazione, situato a Roma e il Comando Tattico della Forza in mare (FHQ) esercitato da bordo della nave anfibia San Giusto, flagship dell’operazione. Il contributo italiano, il maggiore tra tutti, ammonta a 470 unità, 1 mezzo navale e 2 mezzi aerei.

Sin dall’inizio dell’Operazione, le navi della Task Force europea hanno potuto contribuire allo sforzo che l’Italia, con l’Operazione Mare Sicuro, l’Europa con l’Operazione Triton dell’Agenzia Frontex e molte altre organizzazioni nazionali ed internazionali, con le quali EUNAVFOR MED è in stretto coordinamento, stanno portando avanti nel Mediterraneo Centrale EUNAVFOR MED si è prestata attivamente, prevedendo il soccorso anche nelle procedure operative. Ciò è avvenuto nel corso della prima fase e continuerà ad avvenire nel prosieguo della missione.

Il nome dell’operazione SOPHIA deriva dal nome dato alla bambina nata sulla nave dell’operazione che ha salvato la madre il 22 agosto 2015 al largo delle coste libiche.

Il Ministro Trenta e l'alto commissario per la politica estera europea MogheriniIl 2 luglio il Comitato Politico e di Sicurezza dell’Unione Europea, con Federica Mogherini, hanno visitato il Quartier Generale dell’operazione EUNAVFORMED SOPHIA.

Il Ministro della Difesa italiano Elisabetta Trenta, in occasione della visita ha dichiarato: “realtà importante che opera per proteggere la sicurezza delle nostre nazioni e dei nostri cittadini, prevenendo e contrastando traffici illeciti e tratta di esseri umani”.

“A tutti gli uomini e le donne delle nazioni partecipanti che sono impegnati giornalmente nella esecuzione di questo difficile compito va il mio plauso e il mio incoraggiamento a proseguire il proprio lavoro con entusiasmo e professionalità, certa che dietro la loro opera vi è il pieno supporto e la solidarietà di tutte le istituzioni e le nazioni europee”.

La volontà comune di agire verso un obiettivo condiviso è, secondo il Ministro Trenta, l’elemento più importante e il significato più grande di questa missione: “Questa è la reale forza dell’Unione europea e il vero scopo dello stare insieme. Questo è quanto ha ribadito l’Italia nel Consiglio europeo appena concluso”.

 

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dieci anni

Archivio