Concorso letterario artistico “la guerra di trincea” – premiazione.

24 maggio 2018
By

Opere in concorsoL’AQUILA. La premiazione del concorso letterario artistico “La guerra di trincea”, promosso ed organizzato dall’Istituto Abruzzese per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea (IASRIC), l’Associazione Nazionale Ufficiali Provenienti dal Servizio Attivo (ANUPSA) e la Vox Militiae, si è svolta nella sala Benedetto Croce del Consiglio Regionale d’Abruzzo il giorno 24 maggio 2018.

Hanno partecipato alla premiazione gli alunni dell’Istituto di Istruzione Superiore Andrea Bafile dell’Aquila e numerosi soci ed appassionati della storia patria.

Il programma della giornata, dopo i saluti delle autorità presenti, ha visto la commemorazione storica con gli interventi del prof. Walter Cavalieri sugli sviluppi del conflitto e le conseguenze sulla nostra società e del Ten. Col. Pietro Piccirilli sulla Guerra di Trincea.

A seguire la premiazione delle opere in concorso.

Grande il successo di qualità delle opere presentate al premio, nato per promuovere e sollecitare una riflessione ed un dibattito sulle tematiche che hanno interessato la società italiana allo scoppio della guerra e trasmettere i Valori Morali e Spirituali alle giovani generazioni. Un umile e doveroso atto di gratitudine verso coloro che diedero tutto alla Patria un’occasione per ricordare i milioni di giovani chiamati alle armi.

A questo punto la premiazione degli artisti, le cui opere sono state esposte nella sala.

Il primo premio è stato conferito all’opera “silenzio” realizzata da Vanessa Panetta e Chiara di Pasquale, il secondo premio all’opera “la morte si racconta vivendo” realizzata da Babbo Valerio e Cucos Alexandru.

Come è stato precisato da parte degli organizzatori tutte le opere in concorso sono state degno di nota: “frammenti” di Beatrice Masci, “Riconoscenza” di Ifrim Oana Nicoleta, “pensando alla guerra” di Giannunzio Paolo per finire ad un breve filmato multimediale realizzato da Aromatario Sara, Bavaro G. Giorgio, Marinelli Giulio e Ricci Matteo.

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dieci anni

Archivio