“PROSPETTIVE DI CONTRASTO TERRITORIALE ALLE STRUTTURE DI POTERE CRIMINALE TERRORISTICHE”.

21 maggio 2017
By

 

 

Danilo Ciampini

TerrorismoLe organizzazioni terroristiche nel corso degli anni sono mutate sviluppando strategie legate alla creazione di strutture di potere economico/criminale e territoriale. Una sinergia capace di creare terrore nella società occidentale. La necessità di superare tale punto di “debolezza” implica per la società occidentale di individuare nuovi strumenti di contrasto al terrorismo internazionale così articolatosi.

Partendo dall’analisi di fenomeni terroristici quali Daesh/IS anche in relazione anche all’attuale situazione libica, l’articolo, che potrà essere letto integralmente nel link che segue, individua le possibili azioni di contrasto “territoriale” orientate principalmente a fornire sicurezza alle popolazioni interessate attraverso interventi diretti sul campo ed attraverso il contrasto delle attività economiche/finanziarie illecite.

L’articolo, nelle sue conclusioni, evidenzia la necessità di agire nel contrasto delle strutture di potere criminale attraverso interventi diretti sul campo a sfondo umanitario nonché con l’amplificazione degli strumenti di contrasto alle attività criminali/finanziarie.

PROSPETTIVE DI CONTRASTO TERRITORIALE

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dieci anni

Archivio