BRESSANONE – CULTURA. La scrittura tra informazione e letteratura (con la passione per l’italianità).

28 maggio 2014
By

We cannot display this gallery

GOFFREDO  PALMERINI 

ALLA  BIBLIOTECA  COMUNALE

            Il terzo incontro, di quelli programmati per questa primavera a Bressanone dall’Associazione Culturale Millan, dopo quello con gli scrittori Beatrice Immediata (4 aprile)  e Vincenzo Esposito (16 maggio) si terrà il giorno 4 giugno alla Biblioteca comunale (ore 18,00) con Goffredo Palmerini. L’evento ha il patrocinio del Comune di Bressanone ed è realizzato con il contributo della Provincia Autonoma di Bolzano.

            Palmerini di professione non fa lo scrittore, come i due Autori la cui opera letteraria è stata presentata alla cittadinanza nei due incontri precedenti. Pensionato delle Ferrovie, dopo una lunga e significativa carriera politica nella città di L’Aquila, si è dedicato al coordinamento delle comunità abruzzesi nel mondo, organizzate nelle Associazioni regionali degli emigrati all’Estero. Attualmente è delegato regionale, in rappresentanza dell’Abruzzo, dell’Associazione Nazionale Famiglie Emigrate (ANFE), e fa parte del Consiglio Regionale Abruzzesi nel Mondo (CRAM). Inoltre è membro del comitato scientifico del Dizionario Enciclopedico delle Migrazioni Italiane nel Mondo. Se pubblica, è perché scrive. E se scrive è per la comunicazione e l’informazione. Le finalità sono strettamente collegate al suo ruolo e ai suoi compiti.

            Il prodotto della sua scrittura sono comunicati, relazioni, nonché articoli di cronaca su storia costume e tradizione, ben documentati e articolati, in un registro di lingua tra la prosa scientifica e quella letteraria. Poiché scrive essenzialmente per gli abruzzesi, i suoi articoli vengono pubblicati sui giornali abruzzesi, oltre che dalle agenzie internazionali e dalla stampa italiana all’estero (Argentina, Australia, Belgio, Brasile, Canada, Cile, Colombia, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Lussemburgo, Messico, Perù, Repubblica Dominicana, Spagna, Stati Uniti, Sud Africa, Uruguay, Venezuela).

            Ogni evento, ogni personaggio, ogni data e ogni avvenimento della storia d’Abruzzo o dell’Italia, che sia degno di memoria diventa l’occasione di un piccolo cammeo giornalistico, un capolavoro di lingua e di scrittura, da indirizzare ai concittadini abruzzesi o di origine abruzzese. Creando così, un patrimonio di informazioni su costume, storia, arte, cultura, e varia umanità, utile non solo alle famiglie abruzzesi, ma a tutte le biblioteche di persone che amano la vita italiana, la sua propagazione nel mondo, il riecheggio della sua voce, la sua memoria conservata nel racconto letterario. È questa la scrittura di Palmerini.

            Dei suoi articoli sono state pubblicate già cinque raccolte: articoli freschi e attuali che si leggono come appena usciti dalla penna dello scrittore; nei quali le manifestazioni d’arte e cultura: concerti, mostre e pubblicazioni di artisti italiani, o anche stranieri ma discendenti da abruzzesi, emergono come eventi atemporali, e tuttavia ricchi di nomi, di richiami, di particolari legati a questo o quel momento della storia dell’Aquila e della storia d’Italia.

            I titoli dei libri già pubblicati ne sintetizzano i contenuti e le aspirazioni. Oltre confine (2007),  Abruzzo Gran Riserva (2008), presso le Edizioni  Libreria Colacchi; e, con One Group Edizioni, L’Aquila nel mondo (2010), L’Altra Italia (2012), e L’Italia dei sogni (2014), che sarà presentato venerdì 4 giugno, alle ore 18, alla Biblioteca civica di Bressanone.

Bressanone, 27 maggio 2014.

 Luigi Casale    

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dieci anni

Archivio